GNV, la compagnia di navigazione italiana opera in 7 Paesi con una flotta di 28 navi

La flotta di GNV riesce a servire in modo efficiente tutte le linee strategiche. Il mercato italiano, verso le isole e in particolare la Sicilia è da sempre il principale nel comparto merci
6 Giugno 2024
3 mins read
GNV

GNV (Grandi Navi Veloci), la compagnia di navigazione italiana fondata nel 1992 da Aldo Grimaldi, oggi può contare su una flotta di 28 navi, di cui 2 adibite esclusivamente al trasporto merci e la rimanente parte prestata al trasporto combinato passeggeri-merci. Così allestita, la flotta di GNV riesce a servire in modo efficiente tutte le linee strategiche e si posiziona nell’ambito dei trasporti merci come operatore specializzato in particolare nel segmento ‘guidato’ per i flussi delle merceologie che richiedono transiti più rapidi.

GNV, ecco le tratte per il trasporto merci

La Compagnia opera un totale di 31 linee, in 7 Paesi: Sicilia, Sardegna, Spagna, Francia, Albania, Tunisia, Marocco e Malta. E sul fronte del trasporto merci, GNV è operativa sulle seguenti rotte.
– Italia, in particolare Sicilia con i collegamenti da e per Palermo con Genova e Napoli, le linee da Civitavecchia per Palermo e Termini Imerese e il collegamento Napoli-Termini Imerese, con un’offerta che consente di collegare l’isola ai porti più importanti dell’arco tirrenico e poi Sardegna con le tratte da Civitavecchia e Genova verso Olbia ma anche sulla linea Genova-Torres;
– Malta da Genova (diretto) e attraverso Palermo da e per tutti i porti dell’arco tirrenico;
– Tunisia con le partenze dai porti di Genova, Civitavecchia e Palermo per Tunisi;
– Marocco sono posizionate navi da e per Italia, Spagna e Francia, offrendo una rete completa verso tutti i maggiori porti mediterranei con i collegamenti da e per Tangeri con Genova, Civitavecchia, Barcellona e Sète, e da e per Nador con Barcellona, Sète e Almeria;
– Spagna, nelle Baleari con partenze tutti i giorni da e per i porti di Barcellona e Valencia per Minorca, Palma di Maiorca e Ibiza garantendo così collegamenti quotidiani per tutte le isole;
– Albania con la linea Bari-Durazzo.

Il 2024 è in crescita sia rispetto al 2023 che al 2022

Per quanto riguarda invece i volumi, la compagnia ha registrato una crescita del +7% nei primi tre mesi dell’anno, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, e del +26% rispetto al 2022. In termini di ricavi invece un +4% rispetto al 2023 e +17% rispetto al 2022.

Le Baleari sono il mercato in cui la Compagnia sta crescendo di più e sta registrando una crescita importante. Qui la Compagnia è presente da luglio 2021, sin da subito la crescita è stata esponenziale e ad oggi la compagnia detiene il 21% delle quote in questo mercato.

Italia mercato principale

Il mercato italiano, verso le isole e in particolare la Sicilia – dove opera rotte tutto l’anno – è da sempre il principale per GNV nel comparto merci e ha rappresentato una percentuale molto elevata del totale sino all’avvio dei collegamenti con le Baleari nel 2021.

Per quanto riguarda la Sicilia, nonostante si tratti di un mercato in cui lo scenario è molto competitivo, i risultati sono in linea con le previsioni, crescono in particolar modo alcune linee. Tra le rotte più performanti, la Napoli-Palermo cresce del 24% sul 2023 in termini di ricavi e del 14% in termini di volumi, la Genova-Malta cresce del 23% in termini di volumi e del 36% in termini di fatturato.

Tipologie di merci trasportate

Il traffico merci si distingue essenzialmente in due categorie: guidato e sganciato. Le due pesano in maniera differente a seconda dei mercati. A livello di merceologia, non vi sono particolari differenze tra i diversi trade. Rispetto agli altri operatori del settore, GNV si distingue per i transit time vantaggiosi che garantiscono il trasporto della merce urgente, ovvero di prodotti farmaceutici o freschi che quindi hanno urgenza di arrivare in tempi più rapidi possibile a destinazione.

Questo elemento differenziante si è dimostrato punto di forza soprattutto nel periodo della pandemia, durante il quale è stata data continuità al trasporto di questo tipo di prodotti creando un ponte continuo tra il Nord e il Sud della Penisola, garantendo di fatto la presenza di una vera e propria infrastruttura mobile.

Obiettivi e sostenibilità

Per quanto riguarda il comparto merci, l’obiettivo di GNV per il 2024 è quello di continuare a crescere in termini di volumi trasportati in linea con l’aumento di capacità: a partire dalla fine di quest’anno – e con cadenza semestrale – è previsto l’ingresso nella flotta di quattro nuove navi ro-ro pax che saranno in grado di garantire un ulteriore aumento di circa il 50% della capacità di stiva.

Tutto senza mai trascurare la sostenibilità, aspetto fondamentale per GNV che ha investito risorse importanti (oltre 90 milioni di euro) per dotare buona parte della sua flotta di sistemi di scarico “scrubber” più rispettosi dell’ambiente. Senza dimenticare, come anticipato, l’investimento per il rinnovo della flotta che avrà propulsori molto più efficienti.

I nostri argomenti

Advertising

Advertising

Advertising

Advertising

MAGAZINE

NEWSLETTER

Vaisu

Don't Miss

Associazioni

Le Associazioni dell’Autotrasporto: “Congestion fee imprescindibile da subito”

Si è tenuta nelle scorse ore una importante riunione tra
Terminali Italia

Terminali Italia del Gruppo FS Italiane entra in Polo Logistica

La società del Gruppo Ferrovie dello Stato che si occupa