Logistica: nasce la prima piattaforma per lo sviluppo sostenibile della filiera

Oggi TIAKI Logistics migliora il proprio servizio grazie all’ingresso di ADAPT, aiutando le aziende della logistica ad orientarsi nelle questioni giuridiche connesse alla gestione quotidiana dei rapporti di lavoro e dei contratti di appalto.
24 Aprile 2024
1 min read

La logistica, settore che nel 2023 in Italia secondo i dati del report Italian Logistics Spotlight ha convogliato investimenti per 1,7 miliardi di euro, si trova a giocare un ruolo chiave per l’economia e le persone sebbene non sempre ciò avvenga tramite l’utilizzo di strumenti e prassi genuine. Recentemente si è parlato di frodi fiscali con mancato versamento di contributi e mancato pagamento dell’Iva nei cosiddetti pseudo-appalti, lavoratori assunti ma costretti a rinunciare al trattamento di fine rapporto o ad una corretta retribuzione. Non mancano poi le indagini sul caporalato, sulle catene di fornitura e subfornitura che nascondono casi di somministrazione di manodopera irregolare. Le criticità da affrontare sono tante e non risolverle rischia di attirare sempre meno investitori.

Una problematica sulla quale è intervenuto anche il Legislatore

Da inizio marzo 2024 il Governo ha messo in campo un’ulteriore stretta inasprendo le sanzioni penali per la somministrazione illecita di manodopera (d.l. n. 19 del 2 marzo 2024). L’intento è quello di garantire maggiore protezione ai lavoratori e una concorrenza leale tra le imprese. La somministrazione di manodopera, se effettuata da parte di soggetti non autorizzati come ad esempio con appalti o distacchi fittizi, è punita con l’arresto fino a un mese o in alternativa con un’ammenda di 60 euro per ogni lavoratore e per ogni giornata di lavoro. Sanzione che riguarda tanto il somministratore non autorizzato quanto l’utilizzatore.

Una logistica sempre più regolare

Vanno nel senso di contrastare questa problematica strumenti come TIAKI Logistics, la prima piattaforma che promuove lo sviluppo sostenibile dell’intera filiera in ottica ambientale, sociale e di governance. Un progetto ambizioso, pensato per le peculiarità del settore, con la finalità di promuovere regolarità e sostenibilità lungo l’intera filiera. Ora lo strumento cresce grazie all’ingresso di ADAPT che, promuovendo da anni studi e ricerche nell’ambito delle relazioni industriali e di lavoro, porta la propria esperienza pluriennale nell’ambito dei servizi d’assistenza progettuale ad aziende, professionisti, sindacalisti e operatori delle relazioni industriali, per orientarsi nelle complesse questioni giuridiche connesse alla gestione quotidiana dei rapporti di lavoro e dei contratti di appalto.

Contratti trasparenti e genuini

In particolare, ADAPT si occupa da tempo di studiare, a supporto di grandi aziende e importanti player del settore logistico, profili di criticità e spazi di opportunità in ambito di organizzazione sindacale ed esternalizzazioni produttive, con particolare riferimento alla genuinità dei contratti d’appalto e subappalto che spesso interessano la logistica. Tramite un servizio di valutazione dedicato [tiakilogistics.com], i “logistici” potranno comprendere il livello di rischio al quale si espongono nell’ambito delle filiere di esternalizzazione attuate, ottenendo altresì indicazioni e suggerimenti su come migliorare i propri contratti d’appalto e subappalto.

I nostri argomenti

Advertising

Advertising

Advertising

Advertising

MAGAZINE

NEWSLETTER

Vaisu

Don't Miss

Raben

Raben Italy punta sempre più in alto: tredici nuove linee per il trasporto merci

Nell’ambito dell’espansione del proprio network di trasporto internazionale via terra,
eActros 600

Mercedes-Benz apre la eActros 600 Experience World presso il Customer Center di Wörth

Design minimalista, linee chiare, forma aerodinamica, e tanta tecnologia: queste